il solare termico in Italia

i dati Estif non lasciano dubbi sulle carenze dell'educazione italiana in quanto all'uso del solare termico, l'utilizzo, cioè, del sole per la produzione di acqua calda sanitaria, capace anche di integrare l'uso delle caldaie per riscaldamento.
in vetta all'Europa c'è Cipro, con una capacità di 479 kWth per mille persone; con 199,4 kWth per mille persone segue l'Austria che batte di poco la Grecia (193,2 kWth).
colpisce il fatto che l'Italia, nonostante le condizioni ambientali eccezionalmente favorevoli, sia al 15esimo posto in Europa con soli 6,2 kWth per mille abitanti, lontana dai 24 kWth per mille abitanti della media Ue. eppure il solare termico è relativamente poco costoso e i rientri sono veloci anche in vista dei costanti aumenti del gas. persino dal punto di vista estetico sono stati fatti progressi enormi. ma chi sente mai parlare di questi vantaggi?
"eco progetti" auspica un maggior impiego di energie per sensibilizzare cittadini e attività verso queste tappe obbligate; sarà presente l'11 settembre 2006 alla fiera di S. Vittore Olona (MI) con uno stand da cui distribuira' informative; in ottobre nel comune di Lonate Ceppino (VA). confida che come questi, altri comuni inizino a sensibilizzare i propri cittadini. spera che collaborazioni come quella con la 220 Azzurra permettano di abbassare ulteriormente i costi (già ora, moduli, bollitore da 300 litri e tutti gli accessori costano 2.850 euro).
che il nostro Paese possa passare da maglia nera d'Europa in quanto a installazioni, da maglia rosa in quanto a sanzioni pagate all'Europa per i ritardi con cui ci allineiamo, a esempio di cultura del corretto utilizzo di quanto la natura ci mette a disposizione.

(dati, fonte: La Nuova Ecologia)